WiWs-Terapia-Stanislavskij-alle-bonicalzi-23

Counseling

Spesso, nostro malgrado, la vita ci pone di fronte a situazioni complesse e delicate; ci richiede scelte e decisioni cruciali, che possono cambiare radicalmente il nostro equilibrio. In quei momenti ci sentiamo spesso soli, persi, vulnerabili. Sarebbe impagabile avere accanto qualcuno capace di metterci nelle condizioni migliori per osservare la realtà che ci è di fronte e guidarci a riconoscere la strada per noi migliore. Qualcuno in grado di affiancarci nel nostro viaggio tra difficoltà e paure, qualcuno che ci aiuti a raggiungere i nostri obiettivi

Questo qualcuno esiste, è il Counselor e il viaggio che aiuta a portare a termine è il Counseling: un modo concreto ed efficace (che nulla ha a che vedere con la psicoterapia) per lavorare su noi stessi e trovare la piena maturità.

Da anni, a Milano aiuto le persone a superare i loro momenti critici grazie al Counseling. Desidero qui spiegare gli aspetti principali di questa affascinante ed efficace metodologia. Vedremo insieme che cosa è (e non è) il Counseling, a chi può essere utile e cosa può darti.

Se desideri concordare un primo colloquio conoscitivo, non esitare a contattarmi! Sarò lieta di accoglierti nel mio studio a Milano (Via G.B. Moroni, 8 – MM Gambara) e mettere la mia professionalità al servizio del tuo benessere!

Cos’è il Counseling

Il Counseling è un modo concreto, attivo ed efficace per lavorare su te stesso. Durante il percorso di Counseling acquisisci una maggiore consapevolezza di te e aumenti autostima ed equilibrio psicofisico, migliorando così l’armonia e il benessere della tua vita quotidiana.

Il Counseling è una relazione di aiuto uno a uno, un percorso individuale che viene progettato e programmato ad hoc; ogni percorso è, dunque, unico e irripetibile, come unico e irripetibile sei tu, nella tua specificità e autenticità.

Il percorso di Counseling ti accompagna attraverso una vera e propria esperienza di processi nuovi e spesso sorprendenti, che possiedono straordinarie potenzialità di attivare una trasformazione interiore. Durante il percorso divieni “motore principale” del tuo miglioramento e della tua crescita, acquisendo la capacità e allenando l’attitudine di superare autonomamente momenti di crisi, cambiamenti inaspettati, traumi, ansia e stress, che siano essi personali, professionali, relazionali, ecc ….

Chi è il Counselor

Il Counselor è un professionista della relazione d’aiuto. Un professionista che, avendo conseguito uno specifico Diploma a seguito di un percorso di studi triennali7, è in grado di accompagnarti nella soluzione di disagi esistenziali.

Il Counselor ti offre – attraverso ascolto, empatia e rispetto e astenendosi dal giudizio – un aiuto specifico e profondo, accompagnandoti a ritrovare la libertà di essere te stesso.

Contrariamente a quanto la parola inglese suggerisce, se tradotta alla lettera, il Counselor non è un consulente e tanto meno un consigliere. Dare consigli o informazioni e insegnare sono proprio le attività che un buon Counselor si astiene dal fare, dato che l’obiettivo del suo lavoro non è quello di agire direttamente sul problema, bensì quello di renderti autonomo nella risoluzione e nel superamento dei nodi esistenziali che ti impediscono di esprimerti pienamente e liberamente nel mondo. Il Counselor agisce favorendo lo sviluppo e l’utilizzazione delle tue potenzialità, aiutandoti a diventare il vero protagonista della tua trasformazione e a recuperare appieno la tua autonomia e la tua autenticità.

Counseling e Psicoterapia: che differenza c’è?

Il Counseling si differenzia radicalmente dalla Psicoterapia e da tutte le altre forme di terapie mediche e/o psicologiche che comportano una ristrutturazione profonda della personalità, in quanto non agisce in tal senso.

Il Counseling è un percorso di crescita individuale, durante il quale un professionista, il Counselor, ti accompagna alla scoperta di risorse e abilità personali. Attraverso il percorso di Counseling vieni guidato, con una metodologia maieutica10, a ri-scoprire, ri-attivare e potenziare capacità che già possiedi e che ti sono indispensabili per ristabilire un buon equilibrio psico-fisico e per mantenere un’armonia personale.

Il Counseling agisce su un tuo percepito attuale, con lo scopo di aiutarti a raggiungere obiettivi definiti e concreti. Tali obiettivi vengono condivisi e concordati a inizio percorso, insieme alla definizione (seppur flessibile) dei tempi necessari a perseguirli.

Counseling e Psicoterapia si differenziano, quindi, per “cosa fanno” e per “come agiscono”, oltre che per obiettivi e durata dei rispettivi percorsi. Counseling e Psicoterapia possono, dunque, completarsi e convivere, ma mai sovrapporsi.

Counseling e Teatro: perché insieme?

Il Counseling, per scopi e modalità operative, può essere definito come un viaggio dentro te stesso. Un viaggio di autoconoscenza, una vera e propria esplorazione in quella dimensione ineffabile e misteriosa che si nasconde dentro di te. Un viaggio che ti sorprende e trasforma; che ti porta alla ri-scoperta del tuo essere più autentico, al tuo vero te.

Ecco perché il Counseling ben può attingere alle metodologie proprie dell’Arte dell’Attore. Perché l’attore fa proprio questo: disposto a lasciare andare attaccamenti, sovrastrutture e indottrinamenti, il percorso che fa l’attore per costruire il suo personaggio è un percorso di continue esplorazioni e scoperte, morti e rinascite. L’attore impara sempre tutto daccapo.

In particolare, tra tutte le tecniche recitative, il Metodo Stanislavskij, si rivela prezioso se integrato al Counseling, in quanto richiede all’attore un grande lavoro su se stesso come individuo.

Il Metodo Stanislavskij esige che l’attore dia vita a un personaggio vero, che viva sentimenti ed emozioni, che abbia nel suo passato una storia, per il suo futuro progetti e che nel suo presente senta con una verità più vera di quella che ci è concessa nella vita vera. Contrariamente a quanto spesso si crede, l’attore non impara a fingere. L’attore che lavora con il Metodo Stanislavskij acquisisce, invece, prova dopo prova, attraverso un lungo lavoro di ricerca e di ascolto profondo di sé, la capacità di essere radicalmente e profondamente vero, ri-trovando finalmente, nello spazio scenico, la piena libertà di essere se stesso. Ecco perché l’arte teatrale, e in particolare il Metodo Stanislavskij, è in grado di perseguire lo sviluppo della consapevolezza personale; perché Counseling e Metodo Stanislavskij insieme possono guidarti nel tuo viaggio, creando un setting neutro, una sala prove della vita, in cui ti è possibile sperimentare, ricercare ed esplorare senza preconcetti e giudizi, a partire da ciò che sei, senza negare o rifiutare alcunché di ciò che ti appartiene, ma da lì partire alla scoperta di te stesso e del tuo potere personale.

Un po’ di storia

La prima formulazione del Counseling come relazione di aiuto nella quale il cliente è posto al centro ed è assistito nelle proprie difficoltà senza rinunciare alla libertà di scelta e alla propria responsabilità, è di Karl Rogers, che scrive testualmente: “Con il termine relazione d’aiuto mi riferisco a una relazione in cui almeno uno dei due protagonisti ha lo scopo di promuovere nell’altro la crescita, lo sviluppo, la maturità e il raggiungimento di un modo di agire più adeguato e più integrato. … In altre parole una relazione d’aiuto potrebbe essere definita come una situazione in cui uno dei partecipanti cerca di favorire in una o ambedue le parti una valorizzazione maggiore delle risorse personali del soggetto e una maggiore possibilità di espressione”.

Il lavoro di Rogers, infatti, si basa sull’intuizione secondo la quale una persona in difficoltà possiede le risorse per gestire il problema, prendendo da sola e pienamente la responsabilità delle scelte eventuali. Attraverso la riattivazione o riorganizzazione di queste risorse originarie, avviene la crescita dell’individuo, della sua consapevolezza e del suo equilibrio. Il modo migliore di aiutarlo è, quindi, quello di guidarlo, con una modalità maieutica14, nel recupero di queste risorse e fargliene fare esperienza concreta, attraverso l’uso del corpo, l’esplorazione del proprio mondo emotivo, lo sviluppo della dimensione creativa.

Chi, quando e perché obiettivi definiti e concreti

Farsi accompagnare in un percorso di crescita personale o in un momento di difficoltà non è un segno di debolezza, ma un atto di coraggio. Adatto a tutti (adolescenti, giovani, adulti e anziani), il percorso di Counseling fa per te se – nella sfera privata, professionale, relazionale, familiare, ecc … – stai attraversando un momento difficile o vivendo una fase di transizione che richiede di stabilire nuovi equilibri, se vuoi sviluppare nuove modalità comportamentali, se desideri connetterti con il tuo corpo e le tue emozioni, o se semplicemente senti l’esigenza di fare un percorso di consapevolezza.

Il Counseling ti è utile quando…

  • devi prendere una decisione difficile che riguarda la tua vita personale o professionale

  • devi raggiungere un obiettivo, ma incontri difficoltà

  • ti trovi di fronte a una scelta complessa ed emotivamente impegnativa

  • desideri riorganizzare le tue relazioni e dinamiche familiari (in seguito a una separazione, un divorzio, un conflitto, un lutto, ecc …)

  • i figli crescono e lasciano la tua casa

  • hai difficoltà a rapportarti con la tua famiglia d’origine

  • hai costruito o ri-costruito un nuovo nucleo familiare

  • incontri problemi nella relazione di coppia

  • incontri difficoltà nella carriera scolastica (dubbi, ansia, relazioni con compagni e insegnanti, ecc ..)

  • ti trovi in circostanze in cui, da solo, senti di non farcela

A partire dal tema che desideri lavorare, insieme al Counselor individui il tuo obiettivo e vieni accompagnato nella ricerca, nella scoperta e nello sviluppo delle risorse indispensabili a raggiungere il tuo equilibrio e il tuo benessere, utilizzando al meglio e sviluppando le tue potenzialità. Gli obiettivi concordati vengono perseguiti attraverso un percorso esperienziale corporeo, sensoriale, emotivo e creativo.

Il Counseling è utile perché può aiutarti, ad esempio, a …

  • affrontare e superare traumi, dolori, ansia e stress

  • supportarti ad affrontare un cambio di vita (professionale, personale, ecc …) o una scelta importante

  • ascoltare e gestire il senso di abbandono, solitudine, malinconia

  • conoscere e gestire le emozioni

  • innalzare il livello di autostima

  • sviluppare abilità nella gestione del tempo

  • affinare e sviluppare le capacità organizzative

 Dove e come

Ricevo a Milano, in Via G.B. Moroni 8 (adiacenze P.ale Gambara) – presso l’Associazione Angoli di Luce (MM Gambara – Bus 90 e 91)

Mediamente ciascun percorso di Counseling dura da un minimo di 8 a un massimo di 12 incontri settimanali (o in base alle tue esigenze) da 1 ora ciascuno.

Per iniziare

Il Counseling, in quanto percorso individuale, può essere avviato in qualsiasi momento dell’anno. Se desideri iniziare un percorso o vuoi avere maggiori informazioni puoi scrivermi (info@terapiastanislavskij.com) o chiamarmi (335 547 66 99).

Sarò felice di mettere la mia esperienza e la mia professionalità al tuo servizio.